CISTERNAESTATE: "Zahir, lirica e canzoni d'autore" il 10 agosto a Palazzo Caetani

“Zahir, lirica e canzoni d'autore”, è lo spettacolo a cura dell'associazione LiberaMente in scena giovedì alle 21,30 nel chiostro di Palazzo Caetani. Lo spettacolo dell'Associazione Culturale LiberaMente propone un viaggio all'interno di un naufragio, con i tormenti le gioie, le paure, le follie; c'è chi si ostina, chi si perde, chi capisce che l'unica salvezza è continuare dolcemente e consapevolmente a naufragare. “Lo Zahir è un pensiero dominante, una follia sublime, che costringe l'uomo - spiega Emanuela Pagnanelli, presidente dell'associazione culturale LiberaMente - a sprofondare negli abissi della propria anima alla ricerca di un senso da dare alla vita. Lo Zahir è una voce che arriva dagli spazi infiniti dell'Essere e raggiunge l'uomo-naufrago indicandogli una possibile via di salvezza, un'ancora attraverso la quale tentare di recuperare l'identità con se stesso, l'autenticità”. A dare voce allo Zahir sarà Emanuela Pagnanelli che vocalizzerà su una musica composta da Rossano Evangelisti, direttore artistico di LiberaMente. Una sezione iniziale dello spettacolo sarà dedicata al repertorio operistico con l'esecuzione, tra gli altri, dei brani “Mi chiamano Mimì” e “Quando men vo” tratto dalla Boheme di Puccini, e “Largo al factotum” dal Barbiere di Siviglia di Rossini. Seguirà una seconda parte delle spettacolo a cura dei giovani cantanti dell'associazione che proporranno celebri canzoni d'autori come Riccardo Cocciante, Luigi Tenco, Lou Reed, con interventi teatrali nei quali gli attori personificheranno le coscienze dei naufraghi. Appuntamento con Zahir, quindi, il 10 agosto 2006 alle ore 21.00 presso il Chiostro di Palazzo Caetani.