Approvazione Linee guida operative settoriali in materia di rigenerazione urbana e recupero edilizio.



















In attuazione delle direttive politico-amministrative impartite dall’assessorato e tracciate negli atti di programmazione, nel corso del 2019 la struttura tecnica dell’Ente ha attivato presso gli organi consultivi collegiali le iniziative finalizzate a garantire il processo partecipativo prodromico all’attività decisoria del Consiglio Comunale sui temi della rigenerazione urbana e il recupero edilizio.

Nelle more di esame consiliare degli argomenti proposti e dunque di definizione delle questioni progettuali ex artt. 3, 4 e 5 della legge regionale n. 7/2017, il Settore 3 ha ritenuto opportuno validare le analisi sinora effettuate dal Servizio Urbanistica e Pianificazione Territoriale dell’Ente, limitatamente agli aspetti tecnico-gestionali delle elaborazioni preliminari presentate nelle sedi istituzionali, al fine di utilizzare sin d’ora alcuni elementi di approfondimento per la conduzione dell’attività d’ufficio dei servizi competenti in materia urbanistica ed edilizia.

E’ dunque consultabile sul sito web specifico del Servizio Urbanistica e Pianificazione Territoriale, recentemente rinnovato all’indirizzo www.urbanisticacisterna.it - cui è possibile accedere anche attraverso il banner “Urbanistica” posto a sinistra nella home page del portale istituzionale principale del Comune - il documento intitolato <>.

Il documento è stato approvato con determinazione dirigenziale R.G. n. 1861 del 28-10-2019, ed è attualmente visibile e scaricabile dal sito dell’Urbanistica entrando nello spazio “STRUMENTI URBANISTICI COMUNALI E REGOLAMENTI”, sotto la denominazione “Linee Guida Rigenerazione Urbana”, oltre che direttamente dall’albo pretorio on-line, consultando l’elenco “Determine”.

Il fascicolo è costituito sostanzialmente da un compendio di indicazioni, raccomandazioni e prescrizioni comprensivo di:
-    riferimenti ai principi fondamentali di competenza statale, deroghe al decreto in materia di standard urbanistici, definizione del concetto di rigenerazione urbana, disamina delle finalità generali della legge regionale, individuazione sintetica dei processi o delle tipologie di intervento;
-    riferimenti specifici alle fonti della disciplina regionale, al rapporto puntuale degli stessi con gli strumenti urbanistici e regolamentari comunali di Cisterna di Latina, comprensivi di linee guida per la impostazione degli “interventi diretti”, in applicazione art. 6 della legge, nonché di ulteriori elementi di analisi riguardanti le “dotazioni territoriali e disposizioni comuni”, di cui all’art. 8 della legge;
-    analisi delle condizioni di inquadramento al contorno: requisiti degli interventi per la razionalizzazione del territorio previsti dagli atti di pianificazione generale vigenti e dalla normativa regionale di settore, nuovi elementi di supporto per la presentazione delle istanze e per la conduzione dell’istruttoria comunale sulle richieste di approvazione degli interventi urbanistici in variante.

Come stabilito nel dispositivo della determinazione dirigenziale di approvazione, si sta procedendo alla divulgazione delle linee guida dando atto della possibilità di apportarvi ulteriori modifiche e integrazioni migliorative, conseguenti alla presentazione di eventuali osservazioni da parte dell’utenza e degli operatori, qualora ritenute meritevoli di positiva valutazione.

Gli eventuali contributi potranno essere presentati a mano all’Ufficio protocollo ovvero trasmessi a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo:

Comune di Cisterna di Latina
Settore 3 - URBANISTICA
Servizio Urbanistica e Pianificazione territoriale
Via Zanella, 2 – 04012 Cisterna di Latina (LT)
pec: urbanistica@postacert.comune.cisterna.latina.it

In tal modo si è ritenuto opportuno non differire l’adozione di tutte le misure gestionali utili a favorire graduali processi di miglioramento e di semplificazione dell’attività amministrativa, con riferimento agli aspetti già attivabili in diretta applicazione delle leggi regionali in vigore, fatti salvi tutti gli ulteriori approfondimenti che dovessero risultare necessari a fronte di sopravvenute nuove iniziative da parte regionale ovvero di ulteriori direttive degli organi di governo dell’Ente.