Comune di Cisterna di Latina

Comune di Cisterna di Latina

Benvenuti nella città dei butteri

  • Il Comune di Cisterna su Facebook
  • Il Comune di Cisterna su Twitter
Visualizzazione normale Testo piĆ¹ grande Visualizzazione ad alto contrasto Visualizzazione alternativa

Comunicati Stampa

Riaperta via Marconi. I lavori di Acqualatina ora proseguono su Via Monti Lepini e su Via De Nicola. Ripristino del manto stradale dopo l'assestamento del fondo al termine dei lavori

Si sono conclusi nei giorni scorsi i lavori su Via Marconi, a Cisterna di Latina.

È stato così possibile riaprire al traffico una importante arteria stradale, in anticipo rispetto ai tempi iniziali, come richiesto dall’Amministrazione Comunale nel corso dell’ultimo incontro tenutosi con il Gestore.

Alla conclusione dell’intero progetto si procederà con il ripristino definitivo del manto stradale, così da garantire di nuovo la normale viabilità.

I lavori sono parte degli interventi che Acqualatina sta portando avanti nei quartieri C8 e C9 di Cisterna di Latina.

Al loro termine, le opere vedranno la realizzazione di un collegamento fognario che raccoglierà, e consegnerà all’impianto di depurazione di Cerciabella, le acque di scarico private attualmente riversate sui singoli terreni.

Gli interventi proseguono ora su Via Monti Lepini e su Via De Nicola.

A partire dal 21 maggio, inoltre, le opere vedono anche l’utilizzo delle innovative tecnologie no-dig “Pilot System” e “Micro Tunnelling”, che Acqualatina sta utilizzando per l’attraversamento sotterraneo in corrispondenza della linea ferroviaria Roma-Formia e della Via Appia, in corrispondenza del Fosso Cisterna.

Tali sistemi permettono l’installazione della nuova condotta senza la necessità di effettuare scavi a cielo aperto, dimezzando i tempi di intervento e riducendo i costi.

L’ultimazione degli interventi, assicura Acqualatina, garantirà un importante beneficio sia per le utenze che per l’intera area, attraverso la tutela dell’ambiente e un miglior deflusso dei reflui che permetterà di minimizzare il rischio fuoriuscite di liquami per sovraccarico della rete.

Cisterna di Latina, 9 giugno 2018