Comune di Cisterna di Latina

Comune di Cisterna di Latina

Benvenuti nella città dei butteri

  • Il Comune di Cisterna su Facebook
  • Il Comune di Cisterna su Twitter
Visualizzazione normale Testo piĆ¹ grande Visualizzazione ad alto contrasto Visualizzazione alternativa

Comunicati Stampa

Inclusione sociale attiva, Comune e operatori del terzo settore insieme per offrire nuovi servizi alle fasce più deboli grazie ai finanziamenti dalla Regione Lazio

Comune di Cisterna ed operatori del terzo settore, insieme per rispondere all'avviso della Regione Lazio, relativo alla presentazione di progetti di presa in carico, orientamento e accompagnamento a percorsi di inclusione sociale attiva.

Sono quattro le proposte progettuali - finalizzate ad implementare servizi di sostegno a persone in particolari condizioni di vulnerabilità e fragilità sociale, per orientarli e accompagnarli in percorsi di rafforzamento personale, aiuto sociale e occupabilità futura - presentate da altrettanti operatori con il partenariato dell'Ente.

"Mestierarte – L’Arte che fa la differenza", è il titolo della proposta della cooperativa sociale Onlus Altri Colori, che punta sull’arte e sulla manualità per creare occasioni di lavoro e di inserimento sociale di giovani disabili, per la loro valorizzazione sociale e per il miglioramento della qualità della vita, mediante la produzione di oggetti di artigianato artistico.

Altro progetto presentato è quello dell'E.N.E.F. Giovanni Cena (Ente Nazionale ed Europeo per la Formazione), intitolato “P.A.R.I.T.À. – Percorso Artigianale-artistico Rivolto all'Inclusione Territoriale Attiva” che coinvolge giovani con disabilità e disagio psichico medio-grave all’interno di laboratori inclusivi, dove si realizzeranno manufatti artigianali in ceramica.

"Tutti al via" è il nome del programma di intervento presentato dalla Cooperativa Sociale Nuova Era che prevede l'inserimento del mondo del lavoro di ragazzi con disabilità all'interno di strutture ricettive della zona, in diverse mansioni come il giardinaggio, la custodia di animali e l'assistenza presso un punto ristoro.

Infine, c'è “La Casa della Vita”, presentato dalla Fondazione Wanda Vecchi Onlus che propone l’inserimento lavorativo dei soggetti in difficoltà ai quali il bando si rivolge, previo un percorso di formazione sia professionale che personale, negli ambiti dell'artigianato, della ristorazione e dell'agricoltura. 

“La nostra Amministrazione comunale – commenta la consigliere delegata alle Politiche dell’Integrazione, Fabiola Ferraiuolo - mette a disposizione ogni forma di supporto agli operatori del terzo settore che hanno proposte valide e concrete. Le opportunità per potenziare i servizi per le fasce più deboli ci sono, bisogna lavorare in sinergia per riuscire a centrare gli obiettivi".

"Stiamo creando una rete sussidiaria efficace e funzionale - dice l'assessore al Welfare Pierluigi Ianiri - che si avvale delle risorse del Comune e dell’iniziativa delle organizzazioni. Ringraziamo già da subito questi quattro operatori del settore per il lavoro svolto nella speranza che questi progetti possano tramutarsi in realtà per il nostro territorio”.
 
Cisterna di Latina, 8 marzo 2017