Comune di Cisterna di Latina

Comune di Cisterna di Latina

Benvenuti nella città dei butteri

  • Il Comune di Cisterna su Facebook
  • Il Comune di Cisterna su Twitter
Visualizzazione normale Testo più grande Visualizzazione ad alto contrasto Visualizzazione alternativa

Comunicati Stampa

Consiglio Comunale. Presto la rimessa in sicurezza delle strade e interventi sulle scuole. Rinviato al 13 agosto l’assestamento di bilancio. L’opposizione non si presenta

In poco più di due ore si è tenuta questa mattina la seduta del Consiglio comunale di Cisterna.
Vuoti i banchi dell’opposizione con l’unica eccezione di Maria Innamorato e Gerardo Melchionna.

A caratterizzare la discussione è stata la rettifica della proposta di deliberazione al quarto punto all’ordine del giorno, ovvero l’assestamento di bilancio, che dopo il parere negativo del Collegio dei Revisori dei Conti lo scorso 2 agosto è stata rielaborata ottenendo l’approvazione dell’organo di revisione.

A chi sosteneva l’illegittimità della convocazione, ha risposto il Presidente del Consiglio Pier Luigi Di Cori. “Il Consiglio - ha detto - si è riunito legittimamente, nel rispetto di quanto disposto dal regolamento comunale e dalla normativa vigente. In sostanza è stata formulata una nuova proposta di deliberazione sull’assestamento di bilancio che ha ricevuto il parere favorevole dei Revisore dei Conti. Considerato che solo ieri si è insediata la Commissione Bilancio, per dare modo a tutti i consiglieri di esaminarla e valutarla opportunamente, abbiamo deciso di ritirare il punto all’ordine del giorno così da discuterlo e votarlo il prossimo 13 agosto, entro i 20 giorni di tempo previsti dalla legge. Un iter procedurale noto e condiviso dal Prefetto, interpellato sulla questione già lo scorso 31 luglio, all’indomani della precedente convocazione andata deserta”.

Per quanto riguarda le interrogazioni, Innamorato ha chiesto quali decisioni l’amministrazione è intenzionata a prendere per una soluzione definitiva delle cosiddette “buche”, per la riscossione del credito vantato dal Comune verso Acqualatina e per i tributi dovuti dall’imprenditore che ha rilevato il sito dell’ex Goodyear.

Melchionna ha chiesto chiarimenti sulla somma di 11mila euro impegnata dal Comune per far fronte al ricorso di Gianluca Del Prete sulla correttezza dell’esito delle scorse elezioni. Il Sindaco ha spiegato che è quanto occorre per sostenere la difesa dell’Ente e di tutti i presidenti di seggio che sono stati coinvolti nel ricorso. Il consigliere ha anche ritenuto eccessivo il contributo concesso dall’Amministrazione alla Pro Loco per l’organizzazione delle manifestazioni estive, infine ha lamentato come ad oggi non siano ancora state insediate tutte le commissioni consiliari.

Terminati gli interventi, si è passati all’esame dell’ordine del giorno con la votazione dei verbali della seduta precedente e la discussione sulla causa di incompatibilità del consigliere Alberto Filippi.
Il Sindaco ha introdotto l’argomento, ulteriormente approfondito da una dettagliata relazione letta dallo stesso Filippi, pertanto, considerata la rateizzazione in corso, il Consiglio ha deliberato la cessazione del conflitto di interesse derivante dalla contestuale posizione di amministratore dell’ente e debitore dello stesso.

Infine, ultimo punto (visto il rinvio dell’assestamento del bilancio al prossimo Consiglio) all’esame è stato la proposta di aggiornamento della programmazione triennale dei Lavori Pubblici illustrato dall’assessore Simonetta Antenucci. Si tratta, ha riferito l’assessore, di alcune integrazioni e modifiche per far fronte allo stato di necessità in cui la priorità è stata data agli interventi di edilizia scolastica per adeguare alla normativa gli impianti di tutte le scuole del territorio; e ad una manutenzione ordinaria e straordinaria del manto stradale urbano e periferico, i cui primi effetti dovrebbero vedersi già nelle prossime settimane. Il punto è stato deliberato con 16 voti favorevoli e due contrari (Innamorato e Melchionna).

A margine del Consiglio, il Sindaco ha stigmatizzato l’assenza dei consiglieri di minoranza in aula: “Purtroppo per gran parte della minoranza l'obiettivo principale è conseguire un risultato giudiziario non un risultato politico o amministrativo. La loro è un'opposizione particolare: non c'è controproposta, non c'è critica costruttiva, a dire il vero fanno anche poco ostruzionismo. Per loro il punto fondamentale è delegittimare”.

Cisterna di Latina, 7 agosto 2018