Comune di Cisterna di Latina

Comune di Cisterna di Latina

Benvenuti nella città dei butteri

  • Il Comune di Cisterna su Facebook
  • Il Comune di Cisterna su Twitter
Visualizzazione normale Testo più grande Visualizzazione ad alto contrasto Visualizzazione alternativa

Comunicati Stampa

“Vivere in ATER … vivere bene?”. Giovedì pomeriggio un importante convegno nel quartiere San Valentino

Come si vive in un alloggio ATER? E come vive un assegnatario di alloggio ATER nel popolato quartiere San Valentino di Cisterna?

Questi alcuni dei temi che affronterà il convegno pubblico organizzato dall’Uniat (Unione Nazionale Inquilini Ambiente e Territorio) Latina Nord coordinato da Antonio Vita, in collaborazione con la UIL e il patrocinio del Comune di Cisterna di Latina.

L’incontro si terrà giovedì 29 giugno alle ore 17,00 presso l’Oratorio della Chiesa San Valentino ed interverranno il Sindaco Mauro Carturan, l’Assessore ai Servizi Sociali Federica Felicetti, il Direttore ATER di Latina Avv. Paolo Ciampi, il Segretario Regionale UNIAT UIL LAZIO Patrizia Beheman, il Segretario Provinciale UIL LATINA Luigi Garullo, il Responsabile Provinciale Servizi UIL Giorgio Carra, il Coordinatore UNIAT LATINA APS LAZIO Marco Ardissone, il Coordinatore UNIAT LATINA NORD Antonio (Claudio) Vita, l’Amministratrice di condominio Dott.ssa Cristina Morello. Modera l’Avv. Stefania Ramiccia.

L’assegnazione di un alloggio Ater rappresenta la possibilità di avere una casa a tanti che economicamente non possono permettersela, tuttavia questa opportunità deve essere adeguatamente apprezzata e tutelata. Cosa che avviene da parte della maggioranza degli assegnatari, i quali versano puntualmente le quote dovute, rispettano le regole di convivenza civile, si prendono cura dell’immobile e del suo decoro.

Poi, però, c’è una minoranza che invece non rispetta queste fondamentali regole e anzi compie ripetuti atti vandalici, prepotenze, occupa spazi tecnici con beni proprio, crea discariche nei sottoscala, negli androni, nelle zone verdi, e magari sbeffeggia e minaccia chi li richiama all’ordine. E sono proprio quelli che non pagano gli affitti e creano danno alla struttura inconsapevoli, forse, di recarlo a loro stessi.

Ma le responsabilità sono tutte di chi vive negli alloggi ATER o anche dell’Ente stesso che non prende provvedimenti verso i morosi, che non vigilia sulla correttezza degli interventi di manutenzione svolti dalle ditte incaricate, non attua iniziative per garantire la tutela e la sicurezza degli assegnatari rispettosi e diligenti?

Il convegno si propone di rendere noti sia i disagi con cui quotidianamente i residenti devono fare i conti, sia le reciproche responsabilità e individuare un percorso comune affinché il diritto ad una casa ATER possa coincidere con quello ad una vita familiare serena e non contrassegnata da disagi e soprusi.

Cisterna di Latina, 25 giugno 2019