Comune di Cisterna di Latina

Comune di Cisterna di Latina

Benvenuti nella città dei butteri

  • Il Comune di Cisterna su Facebook
  • Il Comune di Cisterna su Twitter
Visualizzazione normale Testo più grande Visualizzazione ad alto contrasto Visualizzazione alternativa

Comunicati Stampa

​Stazione ferroviaria, iniziati i lavori per l’installazione di tre nuovi ascensori e delle pensiline

Avviati oggi, nella stazione ferroviaria di Cisterna di Latina, gli interventi a cura di Rete Ferroviaria Italiana per l’installazione di tre nuovi ascensori dotati di telecamere.

Saranno collocati sul primo, secondo e terzo marciapiede consentendo il collegamento dei binari dall’1 al 4 con il sottopasso e offriranno un servizio aggiuntivo a tutti i viaggiatori, soprattutto alle persone a ridotta mobilità e con disabilità.

Gli ascensori, in acciaio e vetro di tipo panoramico, saranno dotati di telecamere di sicurezza a circuito chiuso interno ed esterno. Il controllo sarà garantito a distanza da una centrale che gestirà le eventuali emergenze e, in caso di guasto, garantirà il pronto intervento della ditta di manutenzione.   

La prima fase dei lavori prevede l’eliminazione degli impianti elevatori esistenti a cui seguirà l’ampliamento delle fosse per l’inserimento dei nuovi ascensori.

Entro novembre arriveranno in cantiere le strutture da installare.

Contemporaneamente saranno riqualificate anche le pensiline. 

L’ultimazione dei lavori e il collaudo previsto dalla normativa sono previsti entro gennaio 2018.

Investimento complessivo pari a circa 800mila euro.

“Esprimiamo grande soddisfazione per questo intervento – commentano l’assessore ai Trasporti e Welfare, Pierluigi Ianiri ed il Sindaco, Eleonora Della Penna – che renderà molto più funzionale e accessibile la nostra stazione ferroviaria confermando il suo importante ruolo di snodo di viario a sud di Roma. Ringraziamo dunque RFI per aver mantenuto l’impegno preso con questa amministrazione comunale e con tutti i pendolari che quotidianamente usufruiscono del nostro scalo”. 

Cisterna di Latina, 5 ottobre 2017